Il marketing per le piccole imprese

Che cosa caratterizza il tipo di marketing che deve fare una Piccola o Media Impresa, da quello riservato alle Grandi Aziende?

Le differenze sono principalmente soltanto 2:

  • Il budget disponibile (evidentemente)
  • La focalizzazione

Intuendo che la prima non necessiti di ulteriori approfondimenti, capiamo meglio che cosa si intende per focalizzazione.

Per farlo, usiamo la metafora bellica:

Se le risorse finanziarie per affrontare la nostra guerra fossero pressochè illimitate (e non ci fossero le Convenzioni di Ginevra), sarebbe ovvio che per abbattere il nostro Stato nemico concentreremmo i nostri investimenti sullo sviluppo e la produzione di armi destinate ad attacchi su larga scala, no?

Sperimenteremmo missili, bombe, droni, e qualsiasi mezzo ci possa consentire di devastare aree sempre più ampie, senza preoccuparci del costo.

Non ci concentreremmo di sicuro sullo sviluppo di pistole o coltelli.

Parimenti, una Grande Azienda punta sulla visibilità globale.

Lei deve martellarti il cervello su più fronti possibili affinchè nella tua mente, il loro marchio diventi “padrone” del loro settore di riferimento.

Il loro scopo, se vendessero la “Mozzarella Zia Maria Pia”, non è che tu riconosca l’eventuale superiorità oggettiva dei suoi ingredienti (anche perchè, altrimenti, non userebbero slogan tipo “Fate l’amore con il sapore” e idiozie simili che di certo non si permetterebbero di usare se avessero budget come i nostri),

ma piuttosto il loro scopo è che il tuo cervello si programmi, almeno per quel periodo di campagna pubblicitaria, in modo che se qualcuno soltanto ti pronunciasse la parola “mozzarella”, tu pensi subito a Zia Maria Pia!

E siccome è dimostrato che di base questo funziona (a patto che si possano investire milioni di euro in una campagna) va bene che loro facciano marketing così.

LE AZIENDE NEL MONDO REALE

La nostra guerra è più piccola; noi non dobbiamo combattere al loro livello.

Le nostre risorse sono tutt’altre e le nostre strategie belliche devono essere completamente diverse, o la nostra guerra non la vinceremo di sicuro.

La nostra strategia deve prevedere raramente l’uso di mitragliatrici (sarebbe troppo facile poter sventagliare a vuoto come si vede nei film); noi non possiamo permettercelo.

Noi la guerra la vinciamo se diventiamo ottimi Cecchini.

Un colpo = una vittima, un colpo = una vittima; altrimenti perdiamo.

Per sviluppare questo tipo di strategia, oggi esistono una moltitudine di strumenti eccezionali che se saputi utilizzare, in armonia con altri di tipo tradizionale, possono portare risultati altrimenti difficilmente sperabili.

Grazie all’uso di internet e dei suoi servizi, è possibile creare un vero esercito che lavori incessantemente, H24, per te, e vada costantemente ad intercettare potenziali Clienti interessati a ciò di cui la tua Azienda si occupa e parzialmente (e in alcuni casi completamente) li accompagna dalla fase di leggero interesse,

fino all’acquisto (laddove l’acquisto possa essere finalizzato senza necessità di intervento umano) per poi proseguire e sottoporgli ciclicamente la possibilità di servirsi ancora di noi e il tutto, ingaggiando l’intervento umano solo in determinate fasi prestabilite.

Fortunatamente non si tratta di tecnologie fuori dalla portata economica di una Piccola Impresa o di un singolo Professionista, e se questa da una parte è un’ottima notizia,

dall’altra c’è un grosso problema da affrontare.

NON FUNZIONANO DA SOLI

Sono strumenti per la maggior parte complessi, in alcuni casi anche molto, che necessitano di profonde competenze, ma sono strumenti che se utilizzati nel modo giusto, possono addestrare una macchina bellica estremamente potente.

Insomma, se fosse così semplice lo avrebbero già fatto tutti, no?

Ma il bello è proprio questo, perchè loro non si preoccupano di orari, di festività, loro non si rivolgono ai Sindacati, ma fanno esattamente ed incessantemente ciò che gli viene ordinato.

Il segreto sta nel sapergli dare gli ordini corretti.

E ALLORA COME SI FA MARKETING IN UNA PICCOLA IMPRESA?

In una Piccola Impresa, fare marketing ha inizio dalla Strategia.

Significa strutturare un piano che agisca su specifici fronti, senza lasciare nulla al caso.

Far conoscere l’Azienda si fa in un modo.

Intercettare potenziali Clienti interessati si fa in un altro modo.

Stimolare potenziali Clienti in target ma non attivamente interessati, si fa in un altro modo.

Riattivare Clienti si fa in un altro ancora, e via discorrendo.

Una strategia di successo, nel giusto mix, comprende tutte queste componenti, perchè non esiste Azienda alla quale non servano tutte, ma nessuna Azienda è uguale ad un’altra.

Fare marketing in una Piccola Impresa significa poter tracciare ogni singola azione ed ogni singolo riscontro,

perchè per ogni monetina che si inserisce nella propria “macchina del marketing”, si deve poter misurare quante ne escono, da quale punto esatto di più, da quale meno, e da quale nessuno,

e in funzione di ciò apportare le corrette modifiche per massimizzare i risultati e raggiungere gli obiettivi prefissati.

Solo così si potrà sfruttare in modo totale e sostenibile anche per una Piccola Impresa, il vero segreto del digital; la sua più infinita scalabilità.